Search
  • Mar 13, 2024
  • 1 minute

I calendari di selezione per il Servizio Civile Universale sono disponibili sulla pagina dedicata del sito Focsiv:
Se avete fatto domanda per il nostro progetto ” Marche Solidali – 2024″, controllate data e orario di convocazione! 

Servizio Civile Universale con ISCOS Marche:

 Se hai tra i 18 e i 28 anni questa è la tua opportunità per fare la differenza nel mondo! Unisciti al progetto ” Marche Solidali formazione, sensibilizzazione e comunicazione per una regione inclusiva “per il Servizio Civile Universale!

Nuova scadenza: alle ore 20.00 del 22 febbraio 2024!

  • 2 posti disponibili | Sede di Ancona
  • Durata 12 mesi 
  • Compenso mensile di 507 euro

Codice progetto: PTCSU0002921012204NMTX

Scarica il Bando del Progetto

Il Servizio civile in ISCOS Marche permette di impegnarsi in progetti di cooperazione internazionale e di esperienza sindacale. La durata è di 12 mesi, possono aderire le ragazze e i ragazzi di cittadinanza italiana che abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo (28 anni e 364 giorni) anno di età alla data di presentazione della domanda. 

Ai giovani operatori di servizio civile è riconosciuto un assegno mensile pari a € 507,30 per 25 ore di attività a settimana. Inoltre, chi svolge il servizio civile ha diritto al 15% dei posti riservati nei concorsi pubblici.

Si ricorda che per fare domanda di servizio civile serve lo SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Si può presentare domanda per un solo progetto e la domanda deve essere presentata esclusivamente on line ‚ accedendo alla piattaforma DOL https://domandaonline.serviziocivile.it

Hai domande? Contattaci


Iscos Marche ODV

NEXT POST

A child is measured by outreach teams in the slums in Balbala in Djibouti city. These teams visit approx 200 children every day in their homes, measuring them and checking for malnutrition. Many parents do not bring their children to health centres due to lack of funds to rtavel or responsibility over the other children in the household. Approx 400,000 people live in these areas and most do not have access to stable water supplies or food. Malnutrition amoungst under fives is at epidemic proportions. BACKGROUND Drought conditions and high staple food prices have left approximately 441,000 people at risk of extremely food insecurity and in urgent need of emergency food and/or non‐food assistance through the end of 2009, according to the latest government, United Nations, and FEWS NET estimate. Four consecutive years of minimal rains to support pastoral and agropastoral production have left rural and urban Djiboutians even more dependent on food imports at a time when international commodity prices have risen steadily. Unless additional assistance is mobilized to address extreme food insecurity, particularly in pastoral areas of the northwest and southeast, as well as in urban areas, conditions are likely to deteriorate further. Dry conditions have resulted in high and rising levels of acute child malnutrition since February 2009, livestock mortality rates of 50‐70 percent nationwide, limited food availability and access, and mass migration of households to urban areas (Djibouti City, Sankal, Assamo, and Beyadde). Households in the rural northwest and southeast that depend heavily on livestock for food and income have been most affected by the poor rains, though extreme food insecurity is also present in poor, urban communities, particularly due to increased costs for staple foods that exceed the purchasing power of poor households. Existing food insecurity is further aggravated by high fuel prices, high inflation, decreased remittances, border conflict with E

  • 13 Marzo 2024
  • 1 minute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *