Scritture migranti

Tre appuntamenti dal 15 a 29 luglio alle 21.15 in Via Carducci a Senigallia

“Per comunicare una nuova idea di mondo” è il titolo della quinta edizione di “Scritture migranti”, la rassegna promossa congiuntamente dalla Scuola di Pace “V. Buccelletti” di Senigallia, dall’associazione “Luoghi in comune” e dal CVM (Comunità Volontari nel Mondo) di Ancona, con la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Senigallia.
La letteratura della migrazione
Nel nostro Paese numerosi scrittori provenienti da tutto il mondo hanno deciso negli ultimi anni di migrare verso la scrittura in italiano, portando così alla luce una forma originale di letteratura, con nuovi usi della lingua italiana e nuovi vocaboli mutuati dalle lingue dei paesi d’origine degli immigrati. La parola originaria degli stranieri e quella originaria dei residenti sono così diventate parole dell’incontro, parole creole. Parlare di letteratura della migrazione è allora un po’ come parlare di un luogo dove si ascoltano le esperienze di ciascuno, dove si scambiano reciprocamente le conoscenze per poi riconoscersi, alla fine, l’uno parte dell’altro.
Gli appuntamenti della rassegna
La rassegna si articola in tre diverse giornate, che si terranno sempre il giovedì (15, 22 e 29 luglio), e ne saranno ospiti scrittori stranieri che, vivendo già da anni nel nostro Paese, hanno deciso di realizzare una loro opera letteraria in italiano. Attraverso la loro presenza “Scrittori migranti” si propone in definitiva l’obiettivo di promuovere la conoscenza della lingua migrante come fonte di arricchimento della cultura italiana ed europea e come strumento di dialogo, di confronto e di innovazione, nonché al tempo stesso quello di veicolare tramite la pluralità dei linguaggi artistici un messaggio di pace, di dialogo interculturale e interreligioso. Confermato inoltre l’obiettivo di valorizzare Via Carducci, luogo multietnico per eccellenza della città di Senigallia, promuovendo proprio qui, grazie anche al coinvolgimento delle associazioni degli immigrati, gli incontri tra cittadini senigalliesi di varie altre etnie. Qui gli appuntamenti di “Scritture migranti” si svolgeranno da questa edizione in serata, a partire dalle ore 21,15.
Il programma
Giovedì 15 luglio
Malih Mohammed e Claudileia Lemes Dias
“Rondine e Ronde. Per volare alti sul razzismo”
Moderatore della serata Raffaele Taddeo di El Ghibli
Giovedì 22 luglio
Aminata Fofana e Guergana Radeva
“La famiglia: una storia collettiva”
Moderatore della serata Silvia De Marchi di Mangrovie edizioni.
Giovedì 29 luglio
Sumaya Abdel Qader e Nader Ghazvinizadeh
“Le seconde generazioni si raccontano”
Moderatore della serata Ismail Ademi di Albanianews

Il privilegio di esistere: concorso nazionale di scrittura

Il Gruppo territoriale Amnesty International 050 di Macerata indice la prima edizione del concorso nazionale di scrittura “Il privilegio di esistere” nell’intento di diffondere i principi della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, consapevole dell’importanza della scrittura e della fotografia come mezzi di trasmissione di valori quali il rispetto e la tolleranza tra gli esseri umani. Non si tratta semplicemente di dare un riconoscimento formale, ma di riflettere e pretendere dignità attraverso i punti di forza della “SCRITTURA”.

Il tema dell’edizione 2009 è: “ MAI PIU’ violenza sulle donne ”, campagna globale lanciata da Amnesty fin dal 2004. In tutto il mondo, in ogni classe sociale o gruppo etnico, in ogni cultura o religione, ci sono uomini che sottopongono le donne e le proprie partner a violenza fisica, sessuale, psicologica ed economica. Le donne sono oggetto di sfruttamento e di discriminazione ad ogni età. Tutti – singole persone, comunità locali, governi, organismi internazionali – dovranno assumersi la responsabilità di porre fine a questa violenza e alla sofferenza che provoca. Fermiamo questo scandalo mondiale!

Il concorso è riservato a giovani dai 15 ai 30 anni. Sono previste tre sezioni:

Fotografia digitale

Testo narrativo

Testo poetico

Maggiori notizie e modulo di iscrizione sul sito

Cordialita

Giorgio Marcolini
Responsabile

ISCOS Marche