Guatemala: la violenza continua

Il 2 marzo è stato assassinato Miguel Angel Ramirez, membro del Sitrabansur, sindacato dei lavoratori delle piantagioni di banane.
Il sindacato è stato fondato il 15 luglio 2007 da un gruppo di lavoratori, tra cui Ramirez, della Frutera Internacional Sociedad Anonima, che lavora per la Chiquita. Quattro mesi dopo la compagnia ha ottenuto una lista di tutti i membri fondatori e ha iniziato a minacciarli tramite i propri agenti di sicurezza privata. Alcuni sono stati illegalmente detenuti e costretti a dimettersi. Quattro settimane fa la figlia del segretario generale del Sitrabansur è stata stuprata da uomini armati e la moglie di Victor Manuel Gomez, un altro leader sindacale, è stata minacciata di morte. Il primo marzo alcuni colpi di arma da fuoco sono stati esplosi verso la casa di Carlos Carballo Cabrera, segretario generale della Confederazione di Unità Sindacale del Guatemala (CUSG). ITUC si è rivolta al presidente del Guatemala Alvaro Colom perchè agisca in modo da identificare i responsabili di queste violenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto