Rwanda, un bus contro il digital divide

Segnaliamo un articolo di Alex Rocca su Wired.it:
Vision 2020 nasce da un processo di consultazione nazionale portato avanti dall’ufficio del presidente tra il 1998 e il ’99 e sfociato nel 2005 in un documento che prevede avanzamenti a breve, medio e lungo termine nei campi di informatica, energia, ambiente, agricoltura, sanità.
Per ora il progresso passa attraverso il lavoro di migliaia di persone che da oltre un anno scavano le trincee per depositare i cavi della fibra ottica, che ormai raggiunge l’80 per cento del territorio (il Rwanda è poco più grande del Piemonte). Una delle armi per superare il divario digitale sono gli Internet bus: per ora due, in futuro 4, raggiungono i villaggi più remoti.

Continua a leggere su Wired.it

In Rwanda internet raggiunge le campagne…in autobus

Se gli agricoltori non vanno agli internet point sarà la banda larga raggiungere le campagne: devono aver pensato questo i responsabili del progetto ‘eRwanda’ per lo sviluppo della tecnologia digitale nel paese, quando hanno ideato gli autobus-Ict. Concepiti da ingegneri rwandesi per attraversare le zone rurali del paese, gli autobus sono dotati di ruote motrici, un server e, al posto dei normali sedili, 20 postazioni internet alle quali sono collegati altrettanti laptop dotati di stampante, fotocopiatrice e altri strumenti multimediali.

Continua la lettura su Wired
In Rwanda internet raggiunge le campagne…in autobus

Posted using ShareThis