Ad un passo dal cuore. L'emozionante diario di un medico che lotta ogni giorno per ridare speranza a Chaaria, un piccolo villaggio in Kenya – Gaido Beppe; Bonanate Mariapia; Carraretto Miriam – Libro – IBS – San Paolo Edizioni – Il pozzo – 2ª serie

Ad un passo dal cuore. L’emozionante diario di un medico che lotta ogni giorno per ridare speranza a Chaaria, un piccolo villaggio in Kenya
Autore Gaido Beppe; Bonanate Mariapia; Carraretto Miriam
Prezzo
Sconto 15% € 12,66
(Prezzo di copertina € 14,90 Risparmio € 2,24)
Dati 2013, 168 p., brossura
Editore San Paolo Edizioni (collana Il pozzo – 2ª serie)
 
Beppe Gaido, medico, appartenente alla congregazione del Cottolengo, è arrivato a Chaaria (Kenya) nel 1998, in un territorio assai lontano dal Kenya turistico, segnato dalla povertà e da un’economia di pura sussistenza. Vi ha trovato un dispensario, che ha trasformato in un ospedale, aggiungendovi ogni anno un reparto. Il libro – curato da Mariapia Bonanate, giornalista de “Il Nostro Tempo”, e da Miriam Carraretto – è il diario di questa impresa non comune. Cuore del volume è l’incontro con l’umanità dolente: davanti al lettore si alternano personaggi indimenticabili, capaci di far emergere la vera realtà dell’Africa e delle africane, al di là degli stereotipi e dei pregiudizi occidentali. “Credo che l’unica risposta al male del mondo sia il silenzio, accompagnato dal nostro impegno serio e costante nel servizio di chi soffre”. L’impegno di Beppe Gaido per l’Africa.
viaAd un passo dal cuore. L’emozionante diario di un medico che lotta ogni giorno per ridare speranza a Chaaria, un piccolo villaggio in Kenya – Gaido Beppe; Bonanate Mariapia; Carraretto Miriam – Libro – IBS – San Paolo Edizioni – Il pozzo – 2ª serie.

SMS per prevenire la violenza: PeaceTXT International arriva in Kenya

Inizia un progetto pilota di PeaceTXT International in Kenya.
Lo scopo di utilizzare gli sms per cambiare i comportamenti in tema di pace e conflitto. Il progetto è nato a Chigaco con Ceasefire, e si è dimostrato molto efficace nel ridurre gli episodi di sparatorie nelle periferie più marginali.
Su ispirazione di un’altra campagna statunitense, “Gli amici non fanno bere e guidare gli amici”, il progetto cercherà di promuovere il messaggio “gli amici non lasciano che gli amici si facciano uccidere”.
Con dei focus groups sono stati individuati dei messaggi da far circolare.
Nei link tutte le informazioni.

Inventa una nuova incubatrice e diventa ricco… in Kenya!

Nel 2002, la difficoltà a trovare una buona incubatrice per le sue galline ha spinto Geoffrey Kago a inventarne una.

Con circa 6 $ ha realizzato il primo esemplare di un’impresa che oggi vale oltre 100.000 $.

Non esistevano unità adatte ai piccoli contadini, che vivono spesso in regioni senza elettricità. La sua incubatrice, la Kaki Incubator, funziona a cherosene, elettricità o energia solare.

Leggi la sua storia:

Pagare con il cellulare: tre aziende keniote in gara

Il Kenya si sta conquistando un buon vantaggio nel mondo dei pagamenti con il cellulare. Guidato da Mpesa, prodotto del gigante Safaricom, il mercato locale ha visto una grossa crescita delle transazioni. Considerato poi il sistema di regole abbastanza aperto alle innovazioni, ecco che si viene a creare uno spazio per idee davvero interessanti.

Pay.Zunguka

Il team di Symbiotic lavora spesso su più progetti. Uno, appena aggiornato, è Pay.Zunguka.
Semplicemente, è un aggregatore di pagamenti, che permette a venditori, sviluppatori e fornitori di contenuti di monetizzare il lavoro con i clienti.

Con Pay.Zunguka gli utenti possono utilizzare metodi di pagamento come PayPal o Google Chekout senza carta di credito, utilizzando soltanto i cellulari.

Mbugua Njihia, capo di  Symbiotic, dice che i piani sono di creare prima uno spazio facile da utilizzare per i micropagamenti, chiedendo il 3% per ogni transazione. Poi verrà una campagna di partnership per raggiungere organizzazioni più grandi.

PesaPal

PesaPal è un altro portale per i pagamenti, ma specializzato sull’online. Ultimamente sono progrediti, non soltanto dal punto di vista tecnologico, ma di fondi e marketing.

PesaPal sta lavorando sulle relazioni con le scuole e i fornitori di libri. I genitori possono pagare le tasse scolastiche con Mpesa o Zap, e vengono poi collegati  con la lista dei libri dell’anno scolastico, con la possibilità di comprarli e vederli consegnati a scuola per il primo giorno.

Zynde

Zynde è un nuovo attore sulla scena. La sua particolarità è di offrire, oltre ai pagamenti tramite telefono, un servizio di contabilità ai piccoli imprenditori, con la formula SaaS (software come servizio).

La comunità di Musigini, Kenya, sta cercando una nuova soluzione al problema della corruzione e delle dispute legate alla distribuzione dell’acqua.Con Grundfos Lifelink e Safaricom, stanno costruendo dei pozzi che distribuiscono acqua con una smart card. Quando è inserita, la pompa alimentata con energia solare funziona fino al disinserimento o alla fine del credito.
Le card sono ricaricabile con M-PESA, il sistema di pagamento tramite cellulare.

Peter Hansen di Grundfos Lifelink. ha dichiarato:

”Con questo sistema monitoriamo a distanza l’efficienza del pozzo solare, il consumo di acqua e gli incassi. Una parte del guadagno va all’organizzasione per le spese tecniche, e il resto va alla comunità.”

Il sistema è al momento testato in Kenya, e per la fine dell’anno almeno 20 comunità utilizzeranno il mobile banking e i pozzi solari.
Clicca sull’immagine per saperne di più:

acqua con il telefonino

ISCOS Marche