Sta per piovere

Un film interessante sulle seconde generazioni

Sta per piovere rappresenta il terzo lungometraggio del giovane regista Haider Rashid, nato a Firenze da madre italiana e padre iracheno, in uscita nella sale italiane dal 9 maggio. Scritto e prodotto dallo stesso Rashid, il film si propone di raccontare una delle tante storie che oggigiorno si verificano nel nostro paese, ossia quella di figli di immigrati, la cosiddetta “seconda generazione” nata e cresciuta in Italia, che rischia di essere cacciata e rimpatriata nella sua “terra d’origine”.
viaSta per piovere – CINEMAFRICA | Africa e diaspore nel cinema.

Carcere e multiculturalismo. Microcosmo penitenziario e macrocosmo sociale

L’intento di questo lavoro di ricerca è, in prima istanza, quello di analizzare la relazione tra il microcosmo penitenziario ed il macrocosmo sociale, alla luce incidente del principio legislativo per il quale il carcere non dovrebbe essere una realtà chiusa ed avulsa, ma, al contrario, aperta al territorio circostante, con il quale interagire creando spazi ed occasioni per un autentico reinserimento dei detenuti. Questa ricerca, ruotando sul cardine del principio costituzionale per il quale la pena deve tendere alla rieducazione del condannato, muove lo sguardo sugli effetti generati nei carceri italiani dalla crescente presenza di detenuti stranieri, appartenenti a culture diverse, spesso in condizione d’indigenza, che affollano prevalentemente le sedi del centro-nord. Il fenomeno relativamente recente del multiculturalismo negli Istituti, ha messo a nudo le contraddizioni e le arretratezze del sistema penitenziario: normative superate dalle urgenze sociali dettate dall’attualità, strutture logistiche insufficienti e spesso obsolescenti, operatori professionali carenti nel numero ed impreparati a predisporre quel piano di comunicazione transculturale necessario all’assolvimento del proprio compito.
Titolo Carcere e multiculturalismo. Microcosmo penitenziario e macrocosmo sociale
Autore Telesca Donato A.
Prezzo € 16,00
Dati 2011, 160 p.
Editore Quattroventi (collana Materiali)
Acquista il libro su IBS

Giornata sul dialogo cristiano-islamico

Riceviamo dalla Commissione Regionale per l’Ecumenismo ed il Diaologo interreligioso.

Commissione Regionale per l’Ecumenismo ed il Dialogo interreligioso

Giornata sul dialogo cristiano-islamico

Sabato 21 novembre
Loreto – Centro Giovanni paolo II

Tema: I PRESUPPOSTI PER UN DIALOGO TRA CRISTIANI E MUSULMANI

ore 9,30 Arrivi al centro Giovanni Paolo 2° di Loreto
ore 9,45 lodi
ore 10 1° Intervento del prof Francesco Zannini: Le radici giudaico-cristiane della religione islamica fondata da Muhammad
Osservazioni e domande a caldo dei partecipanti. Intervallo

ore 11,30 2° Intervento: La recente storia dell’Islam dalla caduta del Califfato (1918) ai nostri giorni. Sunniti e Sciiti; le scuole giuridiche ; organismi islamici internazionali; i grandi movimenti islamisti

ore 13 Pranzo e intervallo (SPESA € 15)

ore 14,30 3° intervento: L’Islam italiano e la Chiesa cattolica italiana

ore 15,30 Lavoro di gruppo: prospettive pastorali
ore 16,30 Conclusioni

Testi utili e sintetici:
Tino Negri, I cristiani e l’Islam in Italia, LDC 2001 pagg 125 € 8,30
Pacini, L’Isalm e la chiesa italiana. Esperienze e prospettive di dialogo, Paoline
Jamié, Conoscere l’Islam, Borla

Francesco Zannini, Ahmed il mio vicino di casa, ISCOS Marche,

Per prenotazioni del pranzo: tel.0721-68213

ISCOS Marche

Io vivo qui (e la vedo così)

E’ un progetto promosso e finanziato dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle politiche sociali, con il Fondo per l’inclusione sociale degli immigrati e realizzato dal Comune di Ancona.

L’Anolf di Ancona ha collaborato alla realizzazione.
Tramite percorsi di educazione all’arte il progetto si propone l’integrazione culturale e l’inclusione sociale dei giovani migranti presenti ad Ancona.
Il risultato è una “descrizione densa” delle nuove generazioni e un racconto della città vista dai ragazzi che la abitano.

Dove: Mole Vanvitelliana
Quando: dal 17 ottobre al 22 novembre
dal martedì al venerdì, dalle 16 alle 19.30 (mattina su prenotazione)
Sabato e domenica 10-12.30/ 16-19.30
Informazioni e prenotazioni visite presso il Museo della Città
071 2225037 (da martedì a domenica dalla 10 alle 13)
www.comune.ancona.it

ISCOS Marche

Ahmed il mio vicino di casa

ahmedzannini

I musulmani conoscono perfettamente l’Occidente, mentre l’Occidente conosce pochissimo e male l’Islam. […]
Lo studio del Prof. Zannini colma una vera lacuna. Traendo profitto dalla sua vasta cultura e da lunghi anni trascorsi in paesi musulmani egli offre, con grande equilibrio e con ammirevole onestà intellettuale, un quadro chiaro e completo dell’Islam, non soltanto della sua religione ma anche della sua società contemporanea.

Mario
Scialoja
Direttore per l’Italia della “Lega Musulmana Mondiale”
Più che ad uno studio dell’Islam, “Ahmed il mio vicino di casa” si avvicina al quadro di un pittore macchiettista le cui pennellate forti ed incomplete danno vita ad una immagine i cui particolari sfumano per far emergere il complesso di luci e di ombre che ci permettono di cogliere il senso generale delle figure
Francesco Zannini
Francesco Zannini,
Ahmed il mio vicino di casa
,
Iscos Marche Onlus, Ancona 2002, 352 p.
Foto: G. Marinelli, Lega Musulmana Mondiale – Italia, H. Raza, Reale Ambasciata dell’Arabia Saudita in Italia, F. Mazzieri
Prezzo (incluse spese di spedizione): 20 €
Pagamento su: c/c postale n. 17541608 intestato a ISCOS MARCHE ONLUS
Indica sul bollettino l’indirizzo di spedizione e il titolo del volume.
Puoi pagare anche tramite bonifico bancario: IT19 O 053 0802 6840 0000 0017 396
Dopo il pagamento manda un messaggio a iscosmar@tin.it per velocizzare la spedizione.
Puoi pagare anche tramite Paypal: