Nuove comunità: blockchain per il lavoro

Stato: Il progetto è in corso. È iniziato il 1 ottobre 2018 e terminerà il 31 luglio 2019.

Finanziamento: Il progetto è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali e dalla Regione Marche. Il costo totale del progetto è 99.400 euro

Il progetto nasce per rispondere in maniera sistematica al bisogno di inserimento lavorativo e sociale, di immigrati e richiedenti asilo. L’obiettivo finale è la realizzazione di uno strumento operativo per condividere le informazioni fra i soggetti coinvolti nei processi di inserimento lavorativo e facilitarlo.

Nel tempo ambiamo a estendere il numero di soggetti aderenti alla piattaforma, includendo ulteriori enti di accoglienza, di formazione, scuole, università, Centri per l’impiego, sindacati, associazioni datoriali, aziende, cooperative sociali.
I beneficiari del progetto avranno a disposizione un servizio migliore e più efficiente per l’acquisizione e il riconoscimento di competenze e la ricerca di lavoro. Saranno valutati con un sistema comune che amplierà le possibilità di trovare lavoro. Avranno a disposizione materiali formativi sia linguistici che relativi alla salute e sicurezza. Incontreranno direttamente le aziende.

Nel progetto si farà ricorso all’uso della tecnologia blockchain per condividere le competenze e i titoli dei beneficiari e per facilitare l’incontro con le aziende.
Tale metodologia si basa su una comunità di utenti che ne condividono i criteri di base e le regole; è distribuita, ovvero non risiede unicamente su un server centrale ma su tutti i computer dei partecipanti collegati in rete. E’ facilmente estendibile, e l’aumento dei partecipanti riduce i costi operativi.

Risultati attesi:
Il prodotto principale del progetto sarà la realizzazione della piattaforma che faciliterà l’attivazione di almeno 40 tirocini professionalizzanti. Saranno inoltre formati almeno 40 operatori e volontari delle realtà marchigiane dell’accoglienza al suo utilizzo.
Nel corso del progetto sarà realizzato uno studio sulla situazione attuale nella Regione Marche rispetto all’inserimento lavorativo per i migranti e i richiedenti asilo, reso poi disponibile in versione elettronica. Saranno inoltre condivise linee guida e buone prassi per la valutazione delle competenze e l’inserimento lavorativo di residenti immigrati. Infine si realizzeranno materiali formativi cartacei e multimediali su salute e sicurezza, lingua italiana, diritti e doveri dei lavoratori.

Capofila: ISCOS Marche

Partner:

  • ANOLF
  • FreeWoman
  • L’Africa Chiama
  • Stracomunitari
  • Tandem

Collaboratori:

  • ATS6
  • Comune di Camerano
  • Comune di Montemarciano
  • Vivere Verde coop. Sociale
  • IAL Marche
  • CISL Marche
  • Incontri per la democrazia
  • Marche Solidali
  • Luoghi in Comune
  • Università Politecnica delle Marche, dipartimento di Ingegneria dell’informazione

Notizie ed aggiornamenti

  • Lavoro o sfruttamento? Analisi dell’inserimento lavorativo dei migranti nelle Marche Questo documento presenta i risultati dell’analisi della situazione dell’inserimento lavorativo dei migranti, rifugiati e richiedenti asilo nelle Marche.Sono stati identificati i fattori che possono influenzare positivamente o negativamente l’inserimento, e le relazioni tra i fattori, per arrivare ad una descrizione del sistema dell’inserimento e dei possibili punti di leva sui quali intervenire per facilitare gli ...
  • Lavoro o sfruttamento dei migranti? Seminario ad Ancona – 26 febbraio Il 26 febbraio 2019 dalle ore 9,00 alle 13,00 presso lo IAL Marche di Via dell’Industria 17/A ad Ancona verrà presentata l’”Analisi sull’inserimento lavorativo nelle Marche”. L’incontro sarà l’occasione per condividere la mappa sui fattori che facilitano od ostacolano l’inserimento lavorativo dei migranti nelle Marche. La partecipazione è aperta agli interessati. Vi invitiamo a registrarvi ...
  • Parte Nuove Comunità: blockchain per il lavoro Nuove comunità: blockchain per l’inserimento lavorativo Mercoledì 24 ottobre 9:30 – Via dell’Industria 17/a Ancona Parte ad Ancona il progetto per sviluppare una piattaforma basata su blockchain per l’inserimento lavorativo di rifugiati, richiedenti asilo ed immigrati. Un ampio gruppo di soggetti pubblici e del privato sociale, con un’iniziativa finanziata dalla Regione Marche, metterà alla prova la tecnologia blockchain ...